Incendio alla Kyoto Animation: Il numero delle vittime è salito a 33 | Akai Manga

Incendio alla Kyoto Animation: Il numero delle vittime è salito a 33



Incendio alla Kyoto Animation: Il numero delle vittime è salito a 33
Lug
18

Incendio alla Kyoto Animation: Il numero delle vittime è salito a 33

La NHK ha riferito lo scoppio di un incendio alle 10:00 JST, negli studi della Kyoto Animation. I vigili del fuoco si sono precipitati sul posto con  autopompe, riuscendo a placare l’incendio alle 15:19 JST, cinque ore dopo allo scoppio.

 

NHK ha dichiarato che al momento dello scoppio, all’interno dell’edificio, ci fossero almeno 70 dipendenti. Al momento l’incendio conta 10 persone gravemente ferite, 6 persone con ferite moderate, e 20 con ferite lievi. L’agenzia di stampa NHK ha dichiarato, che secondo la polizia, ci sarebbero almeno 12 morti causati dall’incendio. Finora la polizia ha riferito un solo decesso, ma non ha ancora confermato ufficialmente l’ammontare dei decessi.

 

La polizia ha immediatamente catturato un sospettato che si presuppone abbia usato un liquido simile alla benzina. L’uomo ha successivamente confessato di aver appiccato l’incendio. Secondo la polizia l’uomo sarebbe un 40enne.

 

Il primo edificio di Kyoto Animation si trovo vicino alla stazione Rokujizō della città di Uji a Kyoto. La maggior parte della linea di produzione principale avviene all’interno dell’edificio. La società ha anche una sede principale, un secondo edificio per lo Studio, un ufficio a Tokyo e l’edificio Animation DO in altre località.

 

Yoko Hatta fondò la società nel 1981, con il marito Hideaki Hatta come presidente. Da allora la compagnia ha lavorato a numerose produzioni degne di nota come: La Malinconia di Haruhi Suzumiya, K-ON!, Lucky Star, Clannad, Free!, Hibike! Euphonium, A silent Voice, Violet Evergarden, e Liz to Aoitori. 

 

Aggiornamento: L’agenzia di stampa NHK, alle 17:42 JST ha confermato che al momento sono 16 i deceduti. Secondo l’NHK, il 41enne è entrato nella sede e dopo aver urlato «Morite» e «Andate all’inferno»  ha gettato il liquido infiammabile appiccando l’incendio. L’uomo è rimasto ferito e al momento è stato portato in ospedale.

 

Aggiornamento 2: L’agenzia di stampa NHK, alle 19:58 JST, in accordo con la polizia, ha dichiarato che il bilancio delle morti attuale è salito a 25. Il presidente della Kyoto Animation, Hideaki Hatta, ha dichiarato che la compagnia ha ricevuto spesso minacce di morte da un anno a questa parte. NHK ha riferito inoltre che la polizia sta indagando sull’incidente, e ha dichiarato che un uomo ha acquistato 40 litri di benzina vicino al primo edificio dello studio, 30 minuti primo dello scoppio.

 

Il primo ministro giapponese, Shinzō Abe, ha pubblicato una dichiarazione su Twitter, pregando per coloro che hanno perso la vita e per il rapido recupero di coloro che sono rimasti feriti nell’incidente.

 

Tramite dei tweet sulla piattaforma social Twitter, i fan di tutto il mondo stanno partecipando al supporto dello studio utilizzando gli hashtag #PrayForKyoAni e #PrayForKyotoAnimation.

 

Aggiornamento 3: Aggiornamento delle 21:21 JST, il numero dei deceduti è salito a 33. Al momento non c’è nulla di confermato, ma si presume che tra le vittime ci sia il regista di Clannad, Tatsuya Ishihara. Tra le vittime c’è Yasuhiro Takemoto, animatore e regista di alcune opere dello studio.

 

Fonte: ANN

Condividi:


Kuro

About Kuro

"Non puoi fuggire via" è un ideale per i forti. Tu non sei sempre nel torto. La società, il mondo, le persone intorno a te...spesso qualcun altro è nel torto. Pensare di poter cambiare è adattarsi a questo crudele, indifferente, spazzatura di mondo. È ammettere la sconfitta e il servilismo. Ti stai semplicemente ingannando mascherandolo con belle parole... [Hikigaya Hachiman]

1 Commento

Cerca

Archivio Articoli

Social

Utenti in linea

Users: